lunedì 16 febbraio 2015

Roma, 17 febbraio 1977: Lama o non l'ama?

Ed ero già vecchio quando vicino a Roma a Little Big Horn, Capelli Corti generale ci parlò all'università, 
dei fratelli "tute blu" che seppellirono le asce. Ma non fumammo con lui, non era venuto in pace.
Fabrizio De Andrè


«Ci sarei andato lo stesso, era necessario far scoppiare il bubbone,
 bisognava che si capisse dove stava il pericolo e di che cosa si trattava. E infatti milioni di persone cominciarono a capire».

Luciano Lama



Il 17 febbraio 1977 Luciano Lama viene contestato all’Università di Roma.

Già da subito il clima appare difficile; il leader della Cgil non riesce praticamente a parlare e viene costretto a lasciare in fretta l’ateneo.

Raccontiamo gli avvenimenti di quella giornata attraverso i documenti dell’Archivio storico CGIL nazionale passando dalle lettere di solidarietà di due giovani - in un caso di una giovanissima -  agli irridenti telegrammi, specchio di un’epoca, inviati al “generale Luciano Custer” da alcuni studenti fiorentini.

Infine l’intervento del segretario al Comitato direttivo confederale del 17 febbraio 1977. Ciò che colpisce, in questo caso, è la normalità della riunione, la mancanza totale di riferimento alcuno  agli avvenimenti appena accaduti.

Nessun commento:

Posta un commento

LA CGIL NEL NOVECENTO - Newsletter luglio 2017

30 giugno - 8 luglio 1960. Dieci giorni che hanno cambiato il Paese 3  luglio 1972: è siglato il patto federativo CGIL-CISL-UIL D...